sansiroforum

La comunità di sansiro si confronta
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Sfruttati e schiavizzati

Andare in basso 
AutoreMessaggio
kaabor



Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 05.05.08

MessaggioTitolo: Sfruttati e schiavizzati   Dom Gen 10, 2010 7:14 pm

IL POST E' STATO ELIMINATO DALL'AUTORE


Ultima modifica di kaabor il Sab Mar 06, 2010 6:26 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Nabucco



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 23.04.08

MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   Lun Gen 11, 2010 2:41 pm

Ottimo articolo Kaabor.

Quello che sta succedendo a Rosarno e' vergognoso come vergognosa e' la versione che i media italiani stanno cerdando di dare della situazione.

A sentire telegiornali ed a leggere i quotidiani (la maggior parte) parrebbe quasi che gli immigrati stiano preparando una rivoluzione.

Tacciamo poi di gasparri secondo il quale la colpa e' dei clandestini (colpevoli anche del recente maltempo, immagino).
Patetica poi la soluzione trovata: abbattere il ghetto. Vale a dire: si lamentano di essere trattati come animali? Buttiamo giu' le gabbie e poi si vede.

Ora questa gente sara' ancora di piu' alla merce' dei caporali che non perderanno occasione di offrire loro anche una comoda sistemazione in qualche porcile sperduto in cambio di una detrazione sulla gia' misera remunerazione giornaliera.

Molto piu' efficace sarebbe stata la fucilazione immediata di chiunque si aggiri per Rosarno con "abbronzatura" sospetta, ma sembra che sarebbe venuta male in tv e qualche calabrese sarebbe stato a rischio.
Anche gasparri e maroni hanno un cuore anche se il secondo magari il rischio di "perdere" qualche calabrese l'avrebbe corso.

Esiste un documentario della BBC gia' dell'anno scorso che denuncia lo stato inumano nel quale vivono questi poveracci e quello che devono subire da caporali e agricoltori locali.

Altro documentario (sempre BBC) ho avuto modo di guardare un paio di mesi fa sul modo in cui i Rom vengono trattati nel milanese, mi sono vergognato davanti alle mie figlie (che mi chiedevano se ne sapessi qualcosa) di essere lombardo.

Mi chiedo dove siano finiti gli "italiani brava gente" o se siano mai esistiti e non siano invece figure illusorie di qualche mirata propaganda post bellica.

Il paese dove rinaque la cultura dopo gli anni bui del medioevo e' diventato intollerante verso poveri, stranieri, omosessuali, fedeli di diverse religioni, giovani se fanno "casino", vecchi se "invecchiano", scolari se non "dei nostri".

Lo sport nazionale sembra essere diventato: troviamo un capro espiatorio per quello che non funziona in noi.

E la cosa piu' seccante e' che continuiamo, indefessi, a proclamarci: non razzisti, non omofobici, non xenofobi, ecc.

Basterebbe forse dire: differentemente umani.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
kaabor



Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 05.05.08

MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   Lun Gen 11, 2010 5:14 pm

Sì! Me lo chiedo anch'io se siamo davvero "italiani brava gente" e, dandomi la risposta, concludo che non lo siamo! Se lo fossimo avremmo un diverso comportamento verso gli
immigrati, i rom e tutti gli altri da noi considerati "diversi". Se lo fossimo non avremmo consegnato il nostro Paese nelle mani di .....!
Un saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
GIOVANNI CAVALLI



Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 31.05.08

MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   Lun Gen 11, 2010 7:37 pm

CARI AMICI....SE PER PURO CASO NON AVESTE LETTO LA STAMPA....MI PERMETTO DI SOTTOPORRE A VOI ED AGLI ALTRI CHE A VOLTE VI / CI LEGGONO....IL SEGUENTE ARTICOLO :
9/1/2010


Italiani in Usa: dal disprezzo
degli inizi ai vertici di oggi











C aro Direttore, ho appena terminato di leggere il seguente breve testo che vorrei condividere con i lettori del suo giornale. «Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura. Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane. Si costruiscono baracche di legno e alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri. Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti. Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina. «Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci. Tra loro parlano lingue a noi incomprensibili, probabilmente antichi dialetti. Molti bambini vengono utilizzati per chiedere l’elemosina ma sovente davanti alle chiese donne vestite di scuro e uomini quasi sempre anziani invocano pietà, con toni lamentosi e petulanti. Fanno molti figli che faticano a mantenere e sono assai uniti tra di loro. Dicono che siano dediti al furto e, se ostacolati, violenti. Le nostre donne li evitano non solo perché poco attraenti e selvatici ma perché si è diffusa la voce di alcuni stupri consumati dopo agguati in strade periferiche quando le donne tornano dal lavoro. I nostri governanti hanno aperto troppo gli ingressi alle frontiere ma, soprattutto, non hanno saputo selezionare tra coloro che entrano nel nostro paese per lavorare e quelli che pensano di vivere di espedienti o, addirittura, attività criminali?». Sembra scritto in questi giorni da qualche leader della destra italiana. E invece no. È un passo tratto dalla relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione del Congresso americano relativa agli immigrati italiani negli Usa. È del 1912. Meritevole di meditazione, o no?
BUON ANNO da Giovanni Cavalli .
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
GIOVANNI CAVALLI



Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 31.05.08

MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   Lun Gen 11, 2010 7:51 pm

La cosa più interessante che si può fare se si va in vacanza a New York è scendere sulla punta Sud di Manhattan e da lì prendere il traghetto per Ellis Island. La visita a questo piccolo isolotto - per più di mezzo secolo fu la porta d’ingresso in America da cui passarono 12 milioni di immigrati - è un’esperienza che lascia il segno. Riconosciamo i volti sporchi e i cognomi dei nostri antenati piemontesi, veneti, abruzzesi, siciliani. Li vediamo trascinare i loro averi in immensi fagotti, leggiamo la paura, la fame e la disperazione nei loro occhi. I documenti ci raccontano che spesso erano considerati come bestie, pidocchiose e d’intelligenza inferiore. Nel 2003 Gian Antonio Stella raccontò questa nostra emigrazione in un libro magistrale, «L’orda, quando gli albanesi eravamo noi». Ma gli Stati Uniti, non senza durezze, ci integrarono: aprirono le porte del Sogno Americano e oggi a comandare le frontiere e la sicurezza a stelle e strisce c’è una signora che si chiama Napolitano. La Procura che guarda la Baia è guidata da un signore che si chiama Cuomo e l’ordine in città lo ha riportato Mr. Giuliani .
Tra le altre cose , un buon numero di noi italiani hanno perso anche la memoria .
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Nabucco



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 23.04.08

MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   Mar Gen 12, 2010 1:11 pm

Caro Giovanni,

che piacere leggerti.

Hai assolutamente ragione, abbiamo perso molte cose ma soprattutto la memoria.

Sono stato ad Ellis Island ed ho letto il libro di Stella, esperienza unica la prima, gran libro il secondo.

Per quanto mi riguarda il piu' grande insegnamento mi e' arrivato da uno zio di mia madre emigrato negli Stati Uniti da Gallio proprio nel 1912. Forse ti ricorderai la sua lettera che riportammo nel primo numero del Brigante.
Zio Giovanni scriveva a sua nipote (che non aveva mai visto e non vedra' mai), mia madre, incinta di mio fratello nell'autunno del '49.

Cara Franca,
sono lieto di sentire le tue belle notizie. spero che tutto vada bene. Se avrai una figlia chiamala Liberta' e se avrai un maschio chiamalo Libero cosi' che un giorno possano andare per il mondo senza bisogno di passaporti ma solo contando sulla loro buona volonta' e sul loro lavoro.

Zio Giovanni aveva solo la 3a elementare.

La sua lettera andrebbe fatta leggere ai nostri governanti magari ricchi di studi ma non di umanita'.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Sfruttati e schiavizzati   

Tornare in alto Andare in basso
 
Sfruttati e schiavizzati
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
sansiroforum :: Sansiroforum Regolamento :: Politica :: Politica nazionale-
Andare verso: